fbpx

Da bambina mi piaceva tantissimo sentirmi un po’ streghetta.
Dai rituali che inventavo nelle sere di luna piena per ricaricare le pietre che collezionavo con tanto amore e cura, fino alla passione per la musica folk e le antiche saghe nordiche: diciamo pure che avevo tessuto attorno a me una realtà che mi faceva sentire un po’ diversa dai miei coetanei. E la cosa non mi dispiaceva.

A 16 anni le mie due più grandi amiche di infanzia mi regalarono il mio primo mazzo di tarocchi (tutt’ora posato sulla mia scrivania), ovviamente a tema boscoso.
Si narrava infatti che il primo mazzo andasse regalato e non acquistato.
Nel pieno dell’adolescenza, mi ritrovai a sperimentare l’utilizzo di uno strumento che non conoscevo, ma che mi attraeva infinitamente.

Curiosa di indagare come le carte potessero accompagnare le mie giornate, domandai a una cartomante di illuminarmi in merito.
Ricordo perfettamente la giornata che trascorsi insieme a Clara, donna dai lineamenti del viso che evocavano ai miei occhi gli antichi Indiani d’America.
Clara mi raccontò che le carte sono uno strumento molto potente per accedere alla nostra saggezza interiore e che possono essere usate in modi molto diversi.
Il suo primo consiglio fu quello di non leggere le indicazioni inserite nel librino che accompagnava il mazzo dei miei “Tarocchi del Bosco Segreto”, in modo da non lasciarmi influenzare dal significato attribuito a ciascuna carta dalla stessa creatrice del mazzo.
Avrei dovuto, infatti, semplicemente osservare ciascuna carta e percepire quali sensazioni essa suscitasse in me, lasciando che il mio intuito facesse tutto il resto. Sembrava così difficile, eppure talmente ovvio!

Da quel giorno, lasciai che le carte mi raccontassero una storia.
E, anche quando le mie amiche mi chiedevano di utilizzarle con loro, facevo lo stesso.

Non sapevo che, quasi 17 anni dopo, avrei utilizzato le carte anche nella mia attività lavorativa.

Stimolare l’intuito attraverso le carte di coaching

Per molto tempo ho custodito gelosamente il desiderio di intraprendere un percorso di formazione per diventare coach, ma non riuscivo a trovare una scuola che mi facesse battere il cuore.
Infatti, mi imbattevo per lo più in approcci fortemente maschili, ovvero molto improntati all’azione e al raggiungimento di risultati.
Pur riconoscendo la qualità di questi percorsi, sentivo che non si trattava di qualcosa che mi risuonava nel profondo.

Cercavo altro. Desideravo un approccio che contemplasse innanzitutto un’esplorazione dell’Essere oltre che del Fare.

Un bel giorno, un post di un’anima gentile di nome Anh mi informava che presto sarebbero state aperte le porte di LUNA Scuola di Coaching per l’Anima.
Non ci ho pensato due volte: mi sono iscritta alla lista d’attesa per ricevere maggiori informazioni.
Ebbene: esattamente a 24 ore di distanza da quel mio gesto del tutto istintivo, venivo informata dell’apertura alle candidature per LUNA.
Non conoscevo Anh e non avevo mai sentito parlare della sua scuola. Eppure me ne innamorai.

Quello fu il primo giorno del resto della mia vita.
LUNA è stato per me l’inizio di un percorso di vita oltre che un’esperienza di formazione professionale.

È stato proprio grazie a LUNA che ho (ri)scoperto come le carte possano rivelarsi delle ottime alleate per condurre le sessioni di coaching.
Si tratta infatti di un supporto meraviglioso che aiuta le mie clienti ad allontanarsi da un’interpretazione esclusivamente mentale di una situazione o di uno stato dell’essere, stimolando al contempo l’intuito.

In tal senso, il coaching con le carte non ha nulla a che fare con la divinazione:

  • Non serve a predire il futuro.
  • Non fornisce alcun tipo di “consiglio” per far andare le cose nel “verso giusto”.

Nonostante non si tratti di uno strumento di divinazione, il coaching con le carte d’ispirazione ha comunque un aspetto davvero magico.
Sei tu ad interpretare le carte, esplorando il tuo mondo interiore da un punto di vista alternativo a quello puramente cognitivo e aperto alla possibilità.

Se lo desideri, io danzerò insieme a te, ponendoti domande potenti e garantendoti ascolto e presenza per tutta la durata di questo tuo viaggio.

Ti piacerebbe scoprire le meraviglie del Coaching per l’Anima?
Clicca qui e scopri i miei percorsi!

 

 

 

Chiara

Leave a Reply